Prestiti per Dipendenti 2016

Prestiti-Per-protestati cattivi pagatori autonomi



Chi cerca i migliori prestiti per dipendenti è in genere un lavoratore dipendente che ha un contratto (a tempo determinato oppure indeterminato) con un ente pubblico oppure una società privata.

I prestiti per dipendenti, a differenza della maggior parte dei prestiti personali che trovate recensiti nel nostro sito hanno una particolare specificità che consiste nel fatto di non essere prestiti finalizzati.

Il che, detto in parole più semplici, significa che chi sceglie di richiedere un prestito per dipendenti, non è tenuto a spiegare che cosa intenda fare con la somma del prestito al momento della richiesta.

Prestiti per Dipendenti: Come Funzionano

I prestiti per dipendenti pubblici o privati che trovate offerti da tutti i maggiori istituti di credito italiani sono generalmente erogati con la modalità della cessione del quinto dello stipendio.

Grazie a questo sistema, le rate del prestito vengono prelevate automaticamente dalle banche erogatrici dallo stipendio di chi ottiene il prestito – rendendo dunque di fatto il datore di lavoro un vero e proprio garante del prestito rilasciato ai suoi lavoratori dipendenti.

Cosa Vuol Dire “Cessione del Quinto”

prestiti per dipendenti 2016Nonostante il nome di questo particolare modo di calcolare il pagamento del pagamento del prestito sia già di suo in grado di spiegare abbastanza bene il suo funzionamento, è senza dubbio importante procedere ad un assoluto chiarimento considerata la delicatezza e la serietà della materia in oggetto.

I prestiti per dipendenti con cessione del quinto vincolano infatti i richiedenti a richiedere una somma che non sia superiore al 25% della busta paga lorda, ovvero al 20% dello stipendio mensile.

In casi particolari, poi, è anche possibile aumentare l’esposizione del credito fino al 40% dello stipendio – ma solo qualora si riesca a trovare un accordo scritto con il datore di lavoro, che si assume ufficialmente la responsabilità della parte eccedente davanti all’istituto di credito che eroga il prestito per dipendenti.

Chi può richiedere i prestiti per dipendenti?

I prestiti dipendenti sono diretti a tutti quei lavoratori dipendenti pubblici o privati che possono utilizzare la propria busta paga come garanzia. In questo senso, al contrario di quanto molti sembrano pensare, i prestiti per lavoratori dipendenti possono essere richiesti da:

  • lavoratori pubblici
  • lavoratori dipendenti di ditte private
  • lavoratori con contratto a tempo indeterminato
  • lavoratori con contratti determinato o contratto a termine
  • lavoratori con contratto di stage, formazione oppure apprendistato.

La differenza dei prestiti dipendenti per le differenti categorie è che le banche spesso chiedono come requisiti ai lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato di aver lavorato nella società per la quale lavorano per almeno tre mesi, mentre spesso vincolano la durata del prestito dei lavoratori a tempo determinato alla durata del contratto in essere.

È molto importante notare come i prestiti per dipendenti possano essere richiesti da persone con una “cattiva” storia creditizia (creditori insolventi o protestati) viso che la garanzia del pagamento del debito è sempre garantita dalla busta paga.

Migliori Prestiti per Dipendenti 2016





Per una panoramica su tutti i migliori prestiti per dipendenti, vi invitiamo a  cliccare sui link qui sopra per usare il nostro tool interattivo di confronto prestiti. Inserendo tutti i vostri dati (stipendio / busta paga, posizione etc.) vi fornirà automaticamente il nome dell’istituto di credito più adatto a voi aggiungendo anche i contatti della filiale più vicina.