Prestiti Pensionati INPS & INPDAP: Guida Completa 2017

prestiti pensionati inps inpdap



I prestiti per pensionati in Italia individuano uno dei prodotti più comuni di accesso al credito attraverso il canale bancario oppure presso le agenzie delle società finanziarie che sono abilitate ed autorizzate.

Si parla al riguardo non solo di prestiti pensionati INPS, ma anche di prestiti pensionati INPDP in quanto l’ex Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica è confluito negli anni scorsi proprio nell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale.

I prestiti per pensionati possono tra l’altro essere assimilati ai prestiti per dipendenti pubblici in quanto entrambi vengono erogati dalle banche e dalle società finanziarie sulla base di un reddito dimostrabile che, rispettivamente, è rappresentato dall’importo mensile del cedolino della pensione e dallo stipendio il cui importo è mensilmente indicato nella busta paga del lavoratore.

Prestiti Pensionati Inps & Inpdap anche online





Detto questo, il prestito pensionati inps, al pari di tutte le altre tipologie di finanziamento ai privati, può essere richiesto in banca, presso l’agenzia di una società finanziaria, e sempre più spesso direttamente online senza muovere un passo da casa.

E questo perché i prestiti inps per pensionati, includendo quindi anche il prestito pensionati inpdap, si possono spesso chiedere ed ottenere con la procedura online al 100% grazie alla firma digitale.

Sono oramai tante le società di credito al consumo e di prestiti personali, ma anche le banche, a mettere a disposizione online la piattaforma per chiedere spesso prestiti pensionati inps fino a 90 anni ed in generale prestiti ai pensionati inps e prestiti a pensionati inpdap caricando dal web tutta la documentazione che è necessaria, previo invio del modulo di richiesta del prestito con il quale vengono inviati i propri dati anagrafici unitamente all’importo di cui si ha bisogno ed alla durata del piano di ammortamento che è stato scelto.

Prestiti Pensionati Inps & Inpdap, i vantaggi e le caratteristiche

Chiedere ed ottenere prestiti a pensionati inps, anche online, è quindi molto semplice con il vantaggio che, rispetto alle altre tipologie di accesso al credito, i prestiti pensionati fino a 90 anni presentano un’istruttoria che di norma è più veloce ed è anche più snella in quanto il richiedente esibisce un reddito dimostrabile.

Non a caso i prestiti inps ai pensionati più comuni sono quelli che prevedono la cessione del quinto dell’importo mensile percepito ed erogato dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale. I prestiti per pensionati inps, da parte delle banche e delle società finanziarie, sono di norma concessi, quando si tratta di prestito personale, senza la presentazione di alcun giustificativo di spesa.

Se invece i prestiti ai pensionati sono finalizzati, allora in tal caso il contraente dovrà specificare prima dell’avvio dell’istruttoria la finalità di utilizzo del credito, per esempio per l’acquisto di un’auto, di arredi, oppure per viaggi e vacanze, per matrimoni o ricorrenze.

Prestiti Pensionati Inps & Inpdap per i cattivi pagatori





Grazie alla formula della cessione del quinto, pure i pensionati che in passato hanno avuto problemi creditizi possono chiedere ed ottenere prestiti Inps e Inpdap in ragione di quella che è la cosiddetta quota cedibile.

Per esempio, in base agli attuali valori Inps, un pensionato che percepisce 596,50 euro al mese può chiedere ed ottenere un prestito pensionati in ragione di una quota cedibile di 94,11 euro che rappresenta l’importo massimo ammesso per la rata mensile da pagare.

Tale valore, in particolare, si ottiene sottraendo all’importo di 596,50 euro quello della pensione al minimo che attualmente è fissato a 502,39 euro. Di conseguenza, più elevato è l’importo della pensione percepita, rispetto alla prestazione minima Inps, più alto sarà l’importo di prestito che si potrà chiedere ed ottenere dalla banca o dalla società finanziaria.

Giusto per fissare le idee, questo significa che con una pensione netta mensile di 900 euro la quota cedibile è pari ad un quinto, ovverosia a 180 euro che diventerà il limite ammesso per l’importo della rata mensile da pagare.

Prestiti Pensionati Inps & Inpdap, a chi rivolgersi ed i requisiti

Ma a chi rivolgersi per chiedere ed ottenere prestiti pensionati Inps & Inpdap? Una banca o una società finanziaria vale l’altra? Ebbene, al riguardo si consiglia di scegliere quelle banche e quelle società finanziarie che, avendo sottoscritto proprio con l’Inps delle apposite convenzioni, offrono sui prestiti dei tassi di interesse che sono più favorevoli rispetto a quelli di mercato.

Per quel che riguarda i requisiti per chiedere ed ottenere prestiti pensionati Inps & Inpdap, di norma le banche e le società finanziarie, oltre al reddito dimostrabile, chiedono che il contraente sia residente sul territorio italiano e che l’età non sia superiore ai 75 anni.

Prestiti Pensionati Inps & Inpdap, le condizioni

I migliori prestiti pensionati Inps & Inpdap non sono solo quelli con il tasso di interesse più basso, ma anche quelli che sono senza spese accessorie o che queste spese, se previste, siano contenute. Al riguardo molte società di credito al consumo propongono prestiti pensionati Inps & Inpdap con la cessione del quinto che sono caratterizzati dal tasso fisso e dalla rata fissa e dalla possibilità di poter ottenere importi molto alti puntando su un piano di ammortamento lungo, anche fino a ben 10 anni.

Ed ancora, i migliori prestiti pensionati Inps & Inpdap sono quelli con il Tan (Tasso annuo nominale) uguale o prossimo al Taeg (Tasso Annuo Effettivo Globale) in quanto non ci sono costi di apertura della pratica, non ci sono imposte di bollo o imposte sostitutive da pagare, in quanto se ne fa carico la banca o la società finanziaria, così come non sono previste commissioni di incasso della rata e/o di intermediazione.

Inoltre il prestito pensionati Inps & Inpdap può essere richiesto senza che sia necessaria la firma da parte del coniuge e senza garanzie aggiuntive rispetto al reddito dimostrabile con il cedolino della pensione anche perché con la cessione del quinto è obbligatoria, a fronte dell’erogazione del credito, la contestuale stipula della copertura assicurativa.

Online, sui siti Internet delle società finanziarie, ma anche di molte banche, è possibile in ogni momento compilare ed inviare la richiesta di preventivo, per il prestito Inps & Inpdap con la cessione del quinto, senza che questa sia poi in ogni caso vincolante per il cliente.



maggio 6, 2017