Guida ai Prestiti personali INPS 2017

prestiti personali INPS



L’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) anche per l’anno 2017 eroga prestiti personali rivolti sia ai pensionati che ai dipendenti pubblici.

Per sopperire alle difficoltà economiche, dato il periodo di crisi, più persone ricorrono al prestito per ottenere denaro liquido da investire in beni o servizi.

Oltre agli istituti finanziari anche l’Inps eroga prestiti personali diretti ai richiedenti, come il piccolo prestito e il prestito pluriennale.

Oppure ci sono i prestiti personali indiretti, per il tramite di banche ed enti accreditati, come il prestito pluriennale garantito e la cessione del quinto.

L’Inps permette sia i pensionati che ai dipendenti pubblici di poter richiedere prestiti personali a banche ed enti accreditati fino a un quinto dell’importo mensile percepito.

Per il rimborso dei prestiti personali l’Inps trattiene le rate da restituire direttamente all’istituto di credito scelto da chi ne ha fatto richiesta.

I prestiti personali Inps sono rivolti ai dipendenti delle amministrazioni statali e pubbliche o delle forze armate a condizioni agevolate direttamente all’istituto di previdenza.




I prestiti personali INPS si distinguono in piccoli prestiti e prestiti pluriennali .

Il piccolo prestito permette di ottenere un finanziamento di importo compreso tra una e otto mensilità.

  • Piccolo Prestito gestione dipendenti pubblici

è il prestito ripartito in piccole rate rimborsabili, con rate costanti trattenute su stipendio o pensione, per coloro iscritti al Fondo Credito.

  • Piccolo prestito Gestione Magistrale

per gli iscritti alla Gestione magistrale  c’è la possibilità di ricevere il prestito il cui importo non può eccedere quello di due mensilità dello stipendio.

  • Piccolo prestito Gestione Fondi Gruppo Poste italiane

è rivolto ai dipendenti di Poste italiane, Spa e società collegate. Consiste nella concessione di piccoli prestiti da restituire in forma annuale, biennale, triennale o quadriennale.

Prestiti pluriennali

La formula del prestito pluriennale ha una durata più lunga e può essere quinquennale – da restituire in 60 rate – oppure decennale – da restituire in 120 rate.

I prestiti pluriennali possono essere garantiti o diretti.

I prestiti garantiti sono rivolti ai dipendenti pubblici e ai pensionati per i seguenti rischi:

  • decesso dell’iscritto prima che sia estinta la cessione
  • cessazione dal servizio senza diritto a pensione
  • riduzione dello stipendio del cedente

I prestiti pluriennali diretti invece sono somme erogate per chi deve far fronte a documentate necessità (personali o familiari).

Le formule di prestiti pluriennali sono:

  • Prestiti pluriennali Gestione Dipendenti Pubblici

si tratta della prestazione rivolta ai dipendenti pubblici e ai pensionati iscritti alla gestione ex Inpdap e consiste in un prestito da parte di società finanziarie accreditate presso l’istituto

  • Prestiti pluriennali Gestione Fondi Gruppo Poste Italiane

si tratta del prestito rivolto indistintamente a tutti i pensionati e consiste in un prestito erogato da banche o enti accreditati. L’importo del prestito è fino a un quinto dell’importo mensile della pensione rimborsato a rate.



dicembre 12, 2016